Visite: 1396

PIANO DI MIGLIORAMENTO

Il Piano di Miglioramento del nostro istituto, per il triennio 2019-2021, si articolerà nei seuenti percorsi:

 

PERCORSO

TITOLO

PRIMO PERCORSO

CRESCERE INSIEME: LA SCUOLA COME COMUNITÀ FORMATIVA, ACCOGLIENTE E INCLUSIVA

 

SECONDO

PERCORSO

CRESCERE INSIEME: LA SCUOLA IN RELAZIONE CON LE FAMIGLIE E IL TERRITORIO

 

 

 

CRESCERE INSIEME: LA SCUOLA COME COMUNITÀ FORMATIVA, ACCOGLIENTE E INCLUSIVA

 

Obiettivi di processo collegati al percorso

 

CURRICOLO, PROGETTAZIONE E VALUTAZIONE

 

  • Estendere la somministrazione delle prove comuni per la verifica periodica delle competenze, anche alla lingua inglese.
  • Valutare alla luce della didattica per competenze integrando le competenze disciplinari con le soft skills
  • Condividere la programmazione delle attività didattiche e formative e i materiali didattici autoprodotti.

 

 

 

 

INCLUSIONE E DIFFERENZIAZIONE

 

  • Incrementare attività didattiche mirate all'inclusione ed integrazione di tutti gli alunni con bisogni educativi speciali.
  • Utilizzare i nuovi strumenti tecnologici e tecniche di didattica cooperativa per favorire l'inclusione, l'integrazione.
  • Valorizzare le eccellenze con progetti specifici.

 

CONTINUITA' E ORIENTAMENTO

 

  • Valutare al meglio le attitudini, le doti e le competenze degli alunni di terza media con l'intento di orientarli ad una prosecuzione consapevole del percorso di studi.
  • Interagire con le famiglie per arrivare ad una scelta orientativa condivisa.

 

 

DESCRIZIONE DEL PERCORSO

 

La scuola che da diversi anni somministra prove di competenza comuni per classi parallele di Italiano e di Matematica, sia nella scuola primaria sia nella secondaria, ritiene sia importante estendere tale percorso valutativo anche alla lingua inglese in modo da preparare ad una migliore performance gli studenti dell'ultimo anno della secondaria.

 

Dallo scorso anno, l'Istituto ha definito il curricolo verticale per tutte le otto competenze chiave europee allo scopo di fornire ai docenti un'indicazione importante sugli obiettivi da raggiungere in ogni segmento formativo e di fornire un quadro valutativo d'insieme, integrato tra i saperi e le abilità, tra le conoscenze e le competenze acquisite dai nostri alunni al di fuori dell'ambiente scolastico.

 

Al contempo, l'Istituto ha delineato per ogni disciplina i livelli di apprendimento al fine di limitare la variabilità di giudizio e di rendere trasparente alle famiglie i criteri di valutazione di ogni materia.

 

Con l'intento di innovare la didattica alla luce delle Indicazioni Nazionali 2012, una parte rilevante dei docenti dell'istituto ha partecipato ad un corso sulla Didattica per competenze, improntato sul modello del Dirigente Tecnico MIUR presso USR per il Veneto, Franca Da Re. Da ciò è scaturita una progettazione per Unità di Apprendimento dal carattere laboratoriale che, oltre ad avere il pregio di consentire una piena integrazione tra abilità e conoscenze, permettere ai docenti di considerare gli alunni per la loro capacità di operare nella direzione di una concreta acquisizione del concetto di Convivenza civile e di inclusione ed integrazione.

Un altro punto di forza dell'Istituto è stata l'elaborazione di progetti, ancora in attesa di approvazione, per la partecipazione ai bandi per l'accesso ai fondi europei:

  • FSE 3340del 23.03.2017 per il “Miglioramento delle competenze chiave degli allievi e per lo sviluppo delle competenze trasversali”;
  • FSE 4294 del 27.04.2017 volto a ridurre il fallimento formativo e la dispersione scolastica nonché finalizzate ad una formazione generale sul fenomeno delle migrazioni (dal punto di vista storico, geografico, politico), sulle culture e sulle religioni, e ad attività ed esperienze tese a sviluppare competenze interculturali, comunicative, linguistiche utili nei percorsi di accoglienza e inclusione.
  •  

I progetti ESPERIENZE DI NATURA IN UNA CITTÀ PENSATA DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI e NON SOLO ANDATA: UN PONTE TRA CULTURE sono altamente inclusivi e pensati per accorciare le distanze tra i diversi livelli di competenza tra gli alunni.

Torna su