News

Visite: 298

CIRCOLARE N. 21

Ai docenti

Al personale ATA

Ai genitori

 

Oggetto: chiarimenti e raccomandazioni procedura casi sospetti Covid-19

                 Responsabilità dei soggetti

 

All’inizio di quest’anno scolastico  è bene mettere in chiaro passaggi e aspetti di primaria importanza:

 

  • Attivare la procedura Covid- 19  in modo responsabile, giustificato e attento consapevoli che si mette in moto  una complessa macchina di controllo e di monitoraggio che interessa e coinvolge diversi Enti  finalizzata ad individuare e delimitare il contagio Covid- 19. 
  • il Docente  che attiva la procedura Covid-19,   deve dichiarare,  nella medesima giornata,  di aver attivato la suddetta procedura  avendo  riscontrato nell’alunno i sintomi influenzali evidenti quali tosse secca persistente- evidente raffreddore- o malesseri  influenzali da Covid 19  quali indicati nell’atto dirigenziale,  presente all’ albo on line e nell’ area riservata,  intitolato: “Disposizioni procedura di intervento- caso sospetto contagio da COVID – 19”. 
  • Il genitore dell’alunno dovrà contattare  il  medico curante per la valutazione clinica. L’alunno comunque dovrà rimanere a casa per alcuni giorni anche in caso di solo sospetto.

 

  Si precisa peraltro:

 

  1. E’ fatto divieto assoluto di mandare gli alunni “in giro per la scuola”.
  • E’ evidente che il movimento ingiustificato degli alunni per l’edificio scolastico rappresenta un comportamento contrario al contenimento della diffusione del virus.
  • Come è ben comprensibile dal regolamento delle misure di contenimento della diffusione del contagio da Covid-19 gli alunni escono dalle aule solo per andare in bagno o per  lezioni presso un   laboratorio, per ed. fisica o all’aperto comunque accompagnati dai loro docenti. 
  1. La misurazione della febbre rimane in capo ai genitori essendo responsabili in primis della salute dei loro figli.
  2. Non è necessario effettuare la misurazione della febbre a tutti gli alunni perché è  responsabilità genitoriale.  Sarà fatta misurazione  a campione a scuola ogni mattina proprio per individuare eventuali inadempienze e scoraggiarle.
  • Nel caso in cui i docenti venissero a sapere dagli alunni stessi delle mancata misurazione della temperatura a casa, prima di uscire per recarsi  a scuola,  lo annoteranno  e lo  comunicheranno ai collaboratori del DS insieme ai  nominativi degli alunni per le dovute azioni in capo al dirigente nei riguardi dei genitori    Il docente  quindi misurerà la temperatura a questi alunni chiedendo ad un collaboratore scolastico il termometro ad infrarossi presente in struttura. 

 

Se dovesse essere   riscontrata la febbre ad un/a alunno/a, o, a seguito del controllo a campione, verrà   attivata la procedura per i casi sospetti da Covid – 19.

 

PROCEDURA DA SEGUIRE PER SOSPETTO CASO SINTOMATICO DI COVID 19

 

Roma, 15 settembre 2020 

 

Il Dirigente Scolastico

F.to Dott.ssa Giuliana Atzeni

 Firma autografa sostituita a mezzo stampa ai sensi dell’art. 3 comma 2 del D. Lgsl. N. 39/1999

 

 

 

 

 

 

Torna su