Visite: 922

Le funzioni strumentali al POF sono rappresentate da docenti di riferimento per aree specifiche di intervento considerate strategiche per la vita dell’istituto; i docenti incaricati sono funzionali al POF, sono cioè risorse per la realizzazione delle finalità istituzionali della scuola in regime di autonomia, e, per la propria area di intervento, svolgono attività di coordinamento, gestione e sviluppo. La normativa di riferimento è rappresentata dal CCNL 2002-05.

  

Art.30 CCNL 2002-05

(legittimazione delle funzioni strumentali)

  

FUNZIONI STRUMENTALI AL PIANO DELL'OFFERTA FORMATIVA

Per la realizzazione delle finalità istituzionali della scuola in regime di autonomia, la risorsa fondamentale è costituita dal patrimonio professionale dei docenti, da valorizzare per la realizzazione e la gestione del piano dell'offerta formativa dell'istituto e per la realizzazione di progetti formativi d'intesa con enti ed istituzioni esterni alla scuola.

  

segue art. 30

   

Le funzioni strumentali sono Identificate con delibera del collegio dei Docenti in coerenza con il piano dell'offerta formativa che, contestualmente ne definisce criteri di attribuzione numero e destinatari. Le stesse non possono comportare esoneri totali dall'insegnamento e i relativi compensi sono definiti dalla contrattazione d'istituto.

   

Il Collegio dei Docenti dell’Istituto Comprensivo Giovanni Paolo II, a norma dell'art. 30 "Funzioni strumentali al piano dell'offerta formativa", del CCNL 2002-05, ha individuato per l’anno scolastico 2019/2020 n. 3 aree di lavoro per FUNZIONI STRUMENTALI al PTOF.

 

AREA 1 - POF-PTOF, PROGETTAZIONE VALUTAZIONE, PROGETTAZIONE

doc. ROCCA Anna

doc. VACCA Saba

 

AREA 2 - INCLUSIONE

doc. ASPRI Sonia (Sc. Infanzia - Primaria)

doc. BRUNO Antonio (Sc. Secondaria 1gr)

doc. CIANCALEONI Silvana (referente BES)

 

AREA 3 - CONTINUITA' E ORIENTAMENTO

doc. BENEDETTO Paola

doc. GUIDI Roberta

 

 

GRUPPI DI LAVORO DELLE FUNZIONI STRUMENTALI

 

AREA 1 - POF-PTOF, PROGETTAZIONE VALUTAZIONE, PROGETTAZIONE

doc. NOVE Simonetta

doc. ROSSI Francesca Valentina

doc. GALLO Federica  

doc. NAZZARO Antonella 

 

AREA 2 - INCLUSIONE

doc. BAROFFIO Chiara

doc. RAINONE Filomena

doc. COLFERAI Laura

 

AREA 3 - CONTINUITA' E ORIENTAMENTO

doc. DI MARZIO Anna

doc. LA MALFA Cristina

  

AREA 1: POF-PTOF, PROGETTAZIONE VALUTAZIONE, PROGETTAZIONE

Compiti e funzioni
  • Revisione, aggiornamento e integrazione del PTOF
  • Stesura e aggiornamento annuale del POF.
  • Coordinamento della progettazione curricolare ed extracurricolare; aggiornamento e condivisione della relativa modulistica (piani di lavoro annuali, progetti, relazioni…)
  • Raccolta, armonizzazione ed archiviazione delle progettazioni curricolari, laboratoriali e progettuali
  • Analisi dei bisogni formativi dei docenti e coordinamento del piano di formazione e aggiornamento
  • Partecipazione ad eventuali corsi di formazione inerenti all’area di azione
  • Revisione e aggiornamento del RAV e del PdM
  • Coordinare le attività di progettazione e di programmazione dei Docenti, suggerendo modalità operative ed individuando nuclei di supporto (divisi per gradi);
  • Monitoraggio iniziale in itinere e finale dei livelli di apprendimento degli alunni.
  • Coordinamento per l’elaborazione di indicatori, strumenti e procedure per la valutazione degli apprendimenti.
  • Organizzazione e gestione delle prove INVALSI: iscrizione alle prove, raccolta dei dati di contesto, inserimento dei dati al sistema, organizzazione delle giornate di somministrazione.
  • Analisi e socializzazione dei risultati delle prove Invalsi.
  • Coordinamento dei gruppi di lavoro attinenti al proprio ambito.
  • Monitoraggio sistema Scuola.
  • Interazione con il Dirigente Scolastico, le altre funzioni strumentali, i coordinatori di classe, i collaboratori del Dirigente Scolastico, il DSGA.

AREA 2: INCLUSIONE

Compiti e funzioni
  • Accoglienza e inserimento degli alunni con Bisogni educativi speciali, dei nuovi insegnanti di sostegno e degli operatori addetti all’assistenza.
  • Coordinamento delle attività di inserimento e di integrazione degli alunni con Disabilità, DSA o BES.
  • Promozione, coordinamento e verbalizzazione degli incontri con l’équipe psico-medico-pedagogica e gli operatori scolastici e archiviazione tempestiva del materiale raccolto ed elaborato.
  • Coordinamento nell’aggiornamento della modulistica per la redazione dei PEI e dei PDP.
  • Stesura e aggiornamento del PAI
  • Coordinamento dei gruppi di lavoro attinenti al proprio ambito.
  • Promozione di attività di aggiornamento professionale in materia di inclusione.
  • Promozione di acquisto di materiale didattico specifico.
  • Verifica e monitoraggio periodico degli interventi di integrazione.
  • Monitoraggio delle situazioni di disagio (sociale, culturale…) e/o difficoltà di apprendimento individuate dai consigli di classe e predisposizione, anche in accordo con le famiglie degli alunni, di strategie idonee a scongiurare l’abbandono scolastico.
  • Raccolta e diffusione tra i docenti dei Consigli delle informazioni relative agli alunni in situazione di disagio, svantaggio, disabilità; predisposizione di attività di intervento.
  • Predisposizione di iniziative per il potenziamento e la valorizzazione delle eccellenze.
  • Interazione con il Dirigente Scolastico, le altre funzioni strumentali, i coordinatori di classe, i collaboratori del Dirigente Scolastico, il DSGA.


AREA 3: CONTINUITA' ED ORIENTAMENTO

Compiti e funzioni
  • Coordinamento delle attività di continuità tra i tre segmenti dell’istituto;
  • Organizzazione di incontri tra la scuola e le famiglie degli studenti delle classi prime per favorire la conoscenza della nuova realtà scolastica;
  • Organizzazione dell’Open Day;
  • Coordinamento delle azioni relative alle fasi di passaggio tra la scuola dell’infanzia e la scuola primaria;
  • Coordinamento delle azioni relative alle fasi di passaggio tra la scuola primaria e la scuola secondaria di I grado;
  • Coordinamento delle attività di orientamento;
  • Monitoraggio degli apprendimenti presso gli ordini di scuola successivi;
  • Raccolta del materiale fornito dagli alunni che ne testimonino la creatività e gli interessi e i momenti significativi di vita scolastica;
  • Partecipare alla formazione delle future classi;
  • Partecipare alle riunioni periodiche con il Dirigente Scolastico e le altre F.S. per il coordinamento e la condivisione del lavoro;
  • Relazionare al Dirigente Scolastico in merito all’operato.

L'assegnazione delle funzioni strumentali alle rispettive aree e la designazione degli incarichi è stata approvata dal Collegio dei Docenti in seguito a richieste individuali e volontarie del personale docente.

Torna su